Sunday, March 18, 2012

CENA IN FAMIGLIA CON PIZZA ALLA SCAROLA AND MORE...


E' ufficiale: mi sono innamorata della panificazione.
Adoro l'impegno dell'impasto fatto rigorosamente con le mani, mi piace osservare da vicino il miracolo della lievitazione e mi gratifica scoprire che anche io sono in grado di produrre qualcosa di tanto buono. Cosi' come mi riempie di malcelato orgoglio spiare con la coda dell'occhio le espressioni gaudenti dei miei commensali.


Ingredienti per 6

per l'impasto

1 bicchiere d'acqua
1 cucchiaino e mezzo di sale
1 cucchiaino raso di zucchero
20 g di lievito di birra fresco
4 cucchiai d'olio extravergine d'oliva

per il ripieno

1 cespo di scarola, lavato, drenato e tagliato a pezzetti (io utilizzo sempre le forbici a tale scopo)
1 manciata di uvetta 
4 acciughe sott'olio
2 manciate di olive nere denocciolate tagliate a meta'
1 manciata di pinoli
1 cucchiaio di capperi sotto sale
1 spicchio d'aglio intero
5 cucchiai di olio extravergine d'oliva


Sciogliete il lievito in un bicchiere di acqua tiepida e unitelo alla farina, incorporate il sale, lo zucchero e 3 cucchiai d'olio extravergine d'oliva.
Impastate energicamente con le mani e quando il composto sara' bello liscio ed elastico copritelo con un foglio di pellicola trasparente e mettetelo a lievitare per 2 ore a temperatura ambiente.
Mentre il vostro impasto lievita preparate il ripieno.
Sbollentate la scarola in poca acqua salata. Drenatela e strizzatela con delicatezza.
Trasferitela in una padella dal fondo antiaderente con l'olio extravergine d'oliva e lo spicchio d'aglio. Rosolate per 4 minuti, eliminate l'aglio e unite le olive, le acciughe tagliate a pezzetti, i pinoli, i capperi e l'uvetta. Fate andare per altri 4 minuti e spegnete il fuoco. Il vostro ripieno e' pronto.
Riprendete l’impasto e dividetelo in due panetti.
Prendete il primo e stendetelo su un foglio di carta da forno sino allo spessore di mezzo centimetro. Trasferitelo in una teglia spennellata con dell'olio d'oliva, bucherellatela e farcitela con il ripieno di scarola. 
Stendete il secondo panetto allo stesso modo, sistematelo come un coperchio sulla scarola e aggiustate con i polpastrelli i bordi, sigillandoli con la parte eccedente della pasta che sta alla base.
Spennellate con un'emulsione di acqua e olio extravergine d'oliva (3 cucchiai di acqua e 1 di olio extravergine d'oliva) la superficie della pizza, bucherellatela e cuocetela in forno caldo a 220 gradi sino a doratura.




Non paga di cio' ho preparato un secondo impasto identico al primo, l'ho fatto lievitare per 4 ore e trascorso questo tempo l'ho ripreso, l'ho diviso in due panetti e l'ho steso sino allo spessore di mezzo centimetro.
Il primo e' diventato una buonissima pizza alla mozzarella di bufala, pomodoro e basilico esiccato, mentre il secondo l'ho fatto cuocere cosi', in bianco, con una spennellata d'olio extravergine d'oliva e un poco di sale, e a condirlo ci ha pensato mio marito: pomodoro secco, formaggio di capra freschissimo, rucola e un giro d'olio extravergine d'oliva crudo...SU-PER-LA-TI-VO!






Vista da vicino fa venire l'acquolina in bocca!





Mai palati furono piu' gioiosi.
Buona prossima settimana a tutti!

19 comments:

  1. Per prima cosa complimenti che bellissimi i figli , che bello che ti aiutino. Tutto buono che fame mi hai messo. Buona Domenica.

    ReplyDelete
  2. SEI STATA BRAVISSIMA QUESTA è LA MIGLIOR PIZZA RIPIENA CHE ESISTE LA SCAROLA è BUONISSIMA PER LE PIZZE-FOCACCIA ,BUONA BUONA BUONA

    ReplyDelete
  3. ma che bella famigliola complimenti! e le tue ricette mi fanno venire un'acquolina!!!! buonissime! adoro il salato e tutto ciò che ha a che fare con la farina e pensare che da piccola odiavo il pane! ciao carissima e buona serata in famiglia!

    ReplyDelete
  4. sei davvero diventata una panificatrice a tutto tondo ^^ ammettilo che con quegli splendidi aiuti però tutto diventa facile ^^

    ReplyDelete
  5. che meraviglia! e ti capisco! panificare è meraviglioso, dall'inizio alla fine. Dal momento in cui si scioglie il cubetto e lo si vede mischiarsi con l'acqua al profumo che esce dal forno e ci avvisa che..quasi ci siamo! :)

    ReplyDelete
  6. Che splendidi che sono lì tutti ad aspettare e capisco la gioia...TROPPO BRAVA ragazza e quanto è bello impastare...hai ragione...ha un che di rilassante...e se poi il risultato è questo...bè allora ancora meglio!!!!
    Un bacione Gemma
    e inizia una splendida settimana!!!!!!!

    ReplyDelete
  7. Ma quanti begli aiutanti che hai con te :) La capisco quella meravigliosa sensazione che si prova nel vedere gli impasti lievitare, avessi più tempo ci "giocherei" tutti i giorni. E' la cosa che mi da più soffisfazione in cucina, ogni volta mi sembra un miracolo. Favolose le tue pizze, una meglio dell'altra. Buona serata, baci

    P.S: se ti andasse di partecipare, ti aspetto qui con molto piacere

    ReplyDelete
  8. una pizza meravigliosa e complimenti foto dei bimbi fantastici

    ReplyDelete
  9. Mamma mia, che fame... la foto della pizza mi fa venire acquolina in bocca... Che buona...

    ReplyDelete
  10. Che meraviglia di pizza ripiena.... e che bravi aiutanti!!!

    ReplyDelete
  11. Che splendide realizzazioni, brava a te e ai tuoi piccoli aiutanti! :-)

    ReplyDelete
  12. Sei bravissima Olivia! To marito deve essere orgoglioso di te!

    ReplyDelete
  13. Anche a me piace tanto fare il pane. C'e' qualcosa di magico nel mescolare 4 ingredienti semplicissimi e vederne nascere il pane!

    ReplyDelete
  14. Che dolci aiutati per far questa bellissima pizza! Complimenti Gemma... ciao!

    ReplyDelete
  15. Stupenda!!!! mi fa venire una voglia:))copiata e salvata!

    ReplyDelete
  16. Pizza is not really bad for you because it has grain,cheese and tomato sauce. these are normal healthy things but depends what kind of pizza it is. I like pizza wandsworth

    ReplyDelete

ALLORA? COSA PENSATE DI QUESTO PIATTO?