Monday, November 14, 2011

LUMACHINE ALLA CREMA DI BARBOTTINA


Potra' anche sembrarvi un condimento banale, ma e' il preferito, insieme a quello di Barbazoo, dei miei tre mostrini. 
Ecco la ricettina con dosi sufficienti per un piccolo reggimento. Io, non appena il sugo si raffredda, lo suddivido in piccoli vasetti triporzione da mettere in freezer per le giornate piu' frenetiche. 
Ho utilizzato i Pomodorini di Casa Barone e, non voglio sembrarvi ripetitiva, ma questi pomodorini hanno un sapore cosi' intenso che verrebbe voglia di mangiarli dal barattolo di vetro cosi' come sono!

1 scalogno intero, con tanto di buccia
1 spicchio d'aglio intero, con tanto di buccia
3 cucchiai d'olio extravergine d'oliva
1 cucchiaio abbondante di Philadelphia
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di zucchero

Versate in una casseruolina l'olio d'oliva e fatevi scaldare lo scalogno - prima sciacquato sotto l'acqua corrente - e lo spicchio d'aglio. Aggiungete i pomodorini e lasciateli cuocere a fiamma allegra per 5 minuti, poi eliminate sia lo scalogno che l'aglio, salate, zuccherate, abbassate la fiamma e lasciate cuocere a fuoco bassissimo per 20 minuti. Incorporate a questo punto il Philadelphia, scioglietelo bene e spegnete il fuoco. Lasciate raffreddare e infine frullate tutto con un frullatore ad immersione...la crema che otterrete sara' di un bel colore arancione, proprio come la piccola saputella dei Barbapapa'...

18 comments:

  1. ahhhaaa ecco perchè barbottina.. :-)) proprio un bel punto d'arancione.. complimenti amica!!

    ReplyDelete
  2. amico gio', aspetta che pubblichi quelle gialle di barbazoo...con la curcuma!! ho dei figli molto etnici! baci caro

    ReplyDelete
  3. ma che carina questa ricettina! Proveremo i barbapapà mi piacciono tanto!

    ReplyDelete
  4. Buonissima questa ricetta.. mi attira tanto

    ReplyDelete
  5. per niente banale anzi gustosissima:direi che i tuoi mostrini sono dei intenditori:)

    ReplyDelete
  6. Solo tu sai trovare certi nomi alle ricette!!
    bella comunque, da provare!

    ReplyDelete
  7. Che bel nome che hai dato al tuo sughetto....mi piacerebbe proprio provarlo....grazie per l'idea!!!

    ReplyDelete
  8. aglio???e cosa ne pensa la tribù? è da provare assolutamente, appena passano i dolori di pancia e la conseguente dieta in bianco. ma questi super pomodorini, dove li trovo a cagliari???

    ReplyDelete
  9. Gemma quanti piatti mi ero persa... in particolare la fish cake... mi pare ci sia un contest che raccoglie ricette dal mondo...

    ReplyDelete
  10. Elisabetta, vedrai che faranno segno!

    ReplyDelete
  11. Emanuela, e' buona ma in fondo e' una semplice pastina con del sughino di pomodoro!

    ReplyDelete
  12. Grazie Antonella, un bacione e buon inizio di settimana!

    ReplyDelete
  13. Tina: ma si, dai, alla fine l'importante e' che siano soddisfatti i loro palati!

    ReplyDelete
  14. Gio: ciccia, il nome alla pasta l'ha dato Massi! una pasta arancione non poteva che chiamarsi cosi'!!

    ReplyDelete
  15. Artu', come ho scritto a Gio', il nome l'ha scelto mio figlio maggiore, detiene lui il copyright!

    ReplyDelete
  16. Clara: tesoro, l'aglio viene appena scottato (per altro con la buccia) per cui rilascia un vago aroma...stessa cosa per lo scalogno...capirai, in una famiglia di vampiri non potrei mai farne un trito!!!!

    ReplyDelete
  17. Bene Tiziana, molto interessante, vado a dare un'occhiata allora!

    ReplyDelete

ALLORA? COSA PENSATE DI QUESTO PIATTO?